Baccalà Fritto

Il baccalà fritto è un grande classico della cucina tradizionale napoletana, legata alla tradizione delle feste natalizie. Questi deliziosi bocconcini vengono infatti portati in tavola per tradizione, come secondo piatto o anche come antipasto, nei classici menù della vigilia di Natale o in quello di Capodanno. Bocconcini di pesce bianchissimo, morbidi dentro e croccanti fuori, saranno la ciliegina sulla torta anche per il vostro pranzo o per la vostra cena, anche se la tradizione della vostra famiglia non li contempla.

Seppure i baccalà in molti casi viene messo un po’ da parte, in favore di altre tipologie di pesce, c’è da dire che in alcuni posti, come i Paesi nordici, dove viene pescato e trattato in abbondanza, questo pesce è davvero rinomato e lo si può così trovare in ricette gourmet che sorprenderebbero anche i palati più scettici. Probabilmente conoscete già tante ricette che vedono la cottura del baccalà in umido, ma vi assicuro che dopo aver ceduto alla tentazione dell’assaggio di uno di questi bocconcini, vi ritroverete a provarne un altro e un altro ancora.

maxresdefault

 

 

bocconcini di baccalà fritto sono piuttosto semplici da preparare, doverete però innanzitutto ricorrere ad un filetto di baccalà carnoso, e già dissalato e ammollato; si trovano facilmente in commercio filetti di questo tipo e potrete così saltare tutta la fase iniziale un po’ lunghetta.

Iron Ball è una palla da utilizzare all’interno della asciugatrice per far si che il bucato risulti senza pieghe e pronto per essere indossato. Riduce la tensione superficiale dell’acqua per accelerare l’asciugatura. La nono spugna contenuta all’interno produrrà vapore nel momento in cui salirà la temperatura. La superficie del foro, invece, riproduce l’effetto della stiratura. Il diametro è di 8,25cm. Il materiale è TPR e TPE.

MODALITA’ DI UTILIZZO: Inserire i panni nell’asciugatrice. Inserire la palla nell’asciugatrice, avviarla e poi ritirare i panni.

 

Come fare il baccalà fritto

  1. 1) Per preparare i bocconcini di baccalà fritto iniziate a sciacqare e tamponare con della carta da cucina (per asciugarlo bene) i filetti di baccalà già ammollati. A piacere potrete decidere di togliere la pelle, poi tagliateli in bocconcini non troppo grandi. Mettete la farina in un piatto e infarinate bene i bocconcini di pesce, scuotendo la farina in eccesso.

 

2) Nel frattempo fate riscaldare bene l’olio di semi in una pentola dai bordi alti, portandolo ad una temperatura di circa 180-190°, quindi immergetevi i bocconcini, pochi alla volta, per evitare che la temperatura si abbassi troppo. Fate quindi cuocere il baccalà per 3-4 minuti (se i bocconcini sono piccoli come i miei, o qualche minuto in più se sono un po’ più grandi). Quando saranno dorati prelevateli con una schiumarola e passateli in un altro piatto, dove avrete messo un foglio di carta assorbente per asciugare l’olio in eccesso.

 

4) Servite i bocconcini ben caldi (meglio se in dei coni di carta) con una spolverata di fiocchi di sale (senza esagerare perchè il baccalà è molto sapido).