Grecia

Grecia sì, ma dove? Mykonos, Creta, Zante… fossero solo tre le isole greche tra cui scegliere sarebbe facile. Invece i mari della Grecia intorno al Peloponneso brulicano di isolette, ciascuna con i suoi vantaggi e svantaggi.

30775
Concorso Amazon

 

Mykonos :

 

Mykonos è una piccola isola completamente affascinante e costantemente spazzata dal vento. Deve la sua meritata fama ad alcune spiagge bellissime e ad una vita notturna molto movimentata e trasgressiva. Grecia, Mykonos, i famosi mulini a vento E’ molto frequentata da gay di ogni età e da moltissimi adolescenti Italiani. Le spiagge migliori sono quasi delle discoteche in riva al mare, specie nel pomeriggio, il che la rende consigliabile per un turismo giovane e nottambulo. In bassa stagione ovvero giugno e da metà settembre terminato il “caos”, diventa godibile per tutti, anche per le coppie, in virtù della elegante ricettività alberghiera. Il territorio è molto scosceso ed i saliscendi con i paesini abbarbicati sulla roccia sono la sua caratteristica, così come i suoi panorami incredibili, soprattutto al tramonto. Le spiagge sono di sabbia vulcanica, piccole e non facilmente raggiungibili.

Giornate-del-patrimonio-Grecia-755x491
isola-più-bella-grecia-qual-è-370x247
Tassa-greca
Erimitis bay, Paxos, Greece

 

Creta:

 

Creta enorme ed estremamente varia, quella che è tra le più grandi isole del Mediterraneo, è da sempre un “mondo” a se’. In breve possiamo dirvi che è tra le mete di mare più belle in assoluto nel Mediterraneo, ma che bisogna sapere come prenderla per poterla apprezzare. Ha attrazioni di livello assoluto di ogni tipo: spiagge incredibili, siti archeologici, parchi naturali, monasteri, città storiche da scoprire, una gastronomia di alto livello e migliaia di angoli nascosti… tuttavia le distanze tra le cose interessanti sono ampie e occorre spostarsi molto. Calcolate che il 90% dei turisti che arriva a Creta, per lo più dal nord Europa, staziona al contrario nei grandi hotel della costa nord, che si affiancano per chilometri e chilometri su spiagge anonime e “commerciali” e non vede niente delle vere bellezze dell’isola.

 

  • RODI:
  • Nonostante non faccia parte delle Cicladi, Rodi non ha nulla da invidiare alle isole di quell’arcipelago. Conviene pernottare a Rodi città, che come vita notturna offre di piu’; per gli spostamenti va bene il solito scooter a noleggio. Lungo i 200 km di costa potete trovare spiagge per tutti i gusti, sul versante orientale dell’isola, quello più riparato dai venti ci sono le spiagge più frequentate dell’isola mentre a nord di Rodi ci sono le spiagge più selvagge da raggiungere almeno una volta. Qui abbiamo selezionato le Spiagge più belle di Rodi. Per quanto riguarda posti dove mangiare, la città vecchia di Rodi è piena di taverne e ristoranti. Vita notturna: a Rodi città ci sono diversi locali (bar e discoteche) fuori dalla città vecchia. In particolare Ofanidi Street (o bar street) è una via di un centinaio di metri con un bar dietro l’altro. La cittadina di Faliraki poi, è quasi esclusivamente frequentata da giovani e di conseguenza è piena di locali notturni.
  • KARPATHOS :
  • spiagge di una bellezza mozzafiato e acque cristalline, pesci (non tanti come nel Mar Rosso, ma si difende), sole garantito, venticello rinfrescante, cibo ottimo a prezzi super contenuti. Tutto freschissimo e servito con la cortesia dei bei tempi andati… una meraviglia! Le spiagge (una miriade e tutte splendide) si raggiungono noleggiando una macchina o uno scooter.
  • SANTOINI: se per caso avete una mappa scritta in greco la chiamano Thira, tanto per confondere le idee… Forse l’isola più particolare ed affascinanate dal punto di vista naturalistico: da un lato spiagge (nere: sabbia lavica) e dall’altro scogliere scoscese, che denunciano la storia tormentata dell’isola, metà della quale a suo tempo sprofondò. Sa essere parecchio romantica, per cui è adatta ai viaggi di coppia. Non che manchi la possibilità di fare baldoria, comunque… soprattutto nel paese vecchio, che si chiama anche lui Thira. Da non perdere il tramonto visto dall’estrema propaggine settentrionale dell’isola (Ia), dove pero’ trovare da dormire puo’ essere complicato. Dal porto partono parecchi traghetti per raggiungere altre isole, tra cui Ios.
  • IOS The Island. Frequentazione molto giovane (15-25) e baldoria continua, in paese come in spiaggia. Dicono che la spiaggia di Manganari sia la più bella di tutta la Grecia: si raggiunge in barchetta dal porto principale e da lì è possibile arrivare ad altre calette molto belle, dove nessuno si scompone se il costume da bagno viene lasciato cadere (se siete interessati qui trovate tutte le spiagge per naturisti della Grecia).
  • ZANTE: la frequentazione è molto più tranquilla rispetto alle Cicladi e la grandezza dell’isola consente comunque di sfuggire alla calca, anche d’agosto. Ovunque tranne che sulla spiaggia di Laganas, che sarebbe la più bella dell’isola (c’è anche uno splendido relitto di una nave spiaggiata) se non fosse presa d’assalto da orde di turisti deportait a barconate). Altre spiagge che meritano sono Keri, in pietrisco, e Marathonisi enorme e frequentata anche da tartarughe. Almeno così dicono, perchè vederle è un altro paio di maniche.